Breve storia di Linux

La storia di Linux Ŕ la storia del pi¨ colossale progetto di sviluppo condiviso di software di tutti i tempi.
Sotto la direzione di Linux Torwalds quello che inizialmente doveva essere un programma sviluppato ad uso personale Ŕ diventato il pi¨ noto risultato di un modello di sviluppo basato sulla disinteressata collaborazione di migliaia di sviluppatori tramite Internet.
E' una storia relativamente breve, perchŔ in campo informatico tutto accade velocemente e perchŔ la collaborazione creativa di tante persone, se ben coordinate, ha un potenziale enorme.

Luglio 1991 - Agli occhi della Rete, tutto inizia in un'estate finlandese, Linus Benedict Torvalds, ancora un giovane studente dell'UniversitÓ di Helsinki, si informa su Usenet:
"Hello netlanders, Due to a project I'm working on (in minix), I'm interested in the posix standard definition. Could somebody please point me to a (preferably) machine-readable format of the latest posix rules? Ftp-sites would be nice." Torvalds giustificherÓ poi la folle impresa con queste parole: "I couldn't afford some of the commercial OSes and I didn't want to run DOS or Windows -- I don't even know, did Windows really exist then?".

5 Ottobre 1991 - Nello stesso anno viene rilasciata la versione 0.02. Il post su usenet che ne annuncia la presenza Ŕ diventato un classico.

Gennaio 1992 - Viene rilasciata la versione 0.12. Risulta relativamente stabile e supporta vario hardware.
Da questa versione in poi la crescita di Linux inizia a diventare progressiva e dirompente, sia come numero di coder che supportano lo sviluppo, sia come utilizzatori."Earlier kernel releases were very much only for hackers: 0.12 actually worked quite well"

Aprile 1992 - Rilasciate la versione 0.95 e 0.96. Il salto Ŕ diretto dalla 0.12. Nascono le prime distribuzioni: la MCC Linux e la SLS.

1994 -Viene rilasciata la prima versione definitiva 1.0. Nascono RedHat, Debian, SUSE tutt'ora fra le distribuzioni pi¨ diffuse. Linux, che resta Copyrighted by Linux Torvalds, diventa ufficialmente un software aperto, abbracciando in pieno la General Public License (GPL) del movimento Free Software di Stallman.
Grazie all'aumento esponenziale dell'interesse da parte della comunitÓ mondiale nascono i primi LUGs (Linux User Groups), ormai diffusi anche in Italia.

1995 - Compaiono sul mercato nuove distribuzioni commerciali come Caldera Linux. Kernel 1.2 out in Marzo. Dal kernel 1.3 in sviluppo si passerÓ direttamente al 2.0

1996 - Rilasciata la versione 2.0. Compaiono le prime versioni tradotte in pi¨ lingue.
Linux ha bisogno di una mascotte: nasce TUX, il pinguino pi¨ famoso del mondo.

1997 - Da qui in poi la storia di Linux diventa sempre pi¨ Linus indipendent, che nel 1997 lascia la Finlandia per raggiungere Santa Clara, Silicon Valley, dove lo aspetta, nella misteriosa start-up Transmeta, un ruolo che ai pi¨ non Ŕ chiaro.
Per anni, prima di annunciare al pubblico di produrre microprocessori a basso consumo e quotarsi al NASDAQ, Transmeta rimane un segreto impenetrabile intorno al quale si accumulano rumours e misteri:
- E' la societÓ dove lavora Linus Torvalds (che continua a sviluppare Linux e non si capisce per cosa venga pagato)
- Fra i soci finanziatori figura Paul Allen (Microsoft co-founder)
- Assume programmatori e tecnici di altissimo livello
- Sfoggia per anni una home page che Ŕ un capolavoro di anti-marketing.

1999 - Dopo lunga attesa il kernel 2.2 vede la luce, un passo avanti notevole. Nel pieno del boom della new economy si quotano al Nasdaq con successo societÓ che basano il loro business interamente su Linux come RedHat, Va Linux e Caldera (che, paradossalmente, dopo alcuni anni, movimenti societari e il cambio di nome in Sco Group, diventerÓ uno dei peggiori nemici del pinguino).

2001 - Agli inizi dell'anno, dopo varie pre-version, su kernel.org appare l'immagine da 19.788.626 byte del 2.4.0 La  prima release di un altro stable thread, con un maggiore e pi¨ ampio supporto di hardware di livello enterprise.

2002 - Linux Ŕ una reale alternativa al mondo Microsoft e Unix, si ritrova milioni di utenti, migliaia di sviluppatori e un  mercato in espansione.
E' presente in sistemi integrati, Ŕ usato per il controllo di dispositivi robotizzati e ha volato a bordo dello Shuttle, praticamente gira su oggetti elettronici di tutti i tipi, dai palmari alle workstation Alpha, risultando l'OS in assoluto il sistema operativo pi¨ soggetto a porting.
Nessuno ormai si sogna di considerarlo un progetto sperimentale che non possa essere usato in applicazioni mission-critical, IBM "lo monta sui suoi server" (e lo pubblicizza pure), Microsoft lo considera il principale nemico da combattere (e non lesina risorse nel farlo), Oracle ci fa girare sopra il suo DB.

2003 - Le guerre si combattono per il petrolio e, pi¨ sotterraneamente, per il controllo dei computer. Il 2003 sarÓ ricordato anche per l'anno di SCO e dei suoi attacchi a Linux e al mondo OpenSource, consequenziali ad una azione legale intrapresa contro IBM.
Le modalitÓ degli attacchi, la loro natura, il modo con cui si cerca creare FUD intorno a Linux (Fear Uncertainty and Doubt) sono sintomo di interessi che vanno oltre la protezione di presunte proprietÓ intellettuali per parti di codice che vengono nominate ma non mostrate sembrano delinearsi come un banco di prova decisivo per la definitiva affermazione di Linux anche sul lato desktop e per un cambio paradigmatico su come viene valorizzato e diffuso il software.
Tecnologicamente la strada Ŕ chiara e le carte sono vincenti: Linux e tutto il software OpenSource sono decisamente all'altezza sia sui sistemi di fascia alta che sui desktop, oltre ad essere presente nel cuore invisibile di innumerevoli device elettronici.

2004 - Sgonfiato, anche se non concluso, il caso SCO, nuove minacce si profilano all'orizzonte di un pinguino che continua a diffondersi e conquistare nuovi territori: in particolare leggi draconiane sui brevetti, che permettono di brevettare indiscriminatamente algoritmi, soluzioni e idee informatiche triviali e ambiamente diffuse, o soluzioni tecniche tali da rendere impossibile o soggetta a una fee arbitraria l'interoperabilitÓ fra sistemi operativi.
Intanto il kernel 2.6 si diffonde e viene usato nelle principali distribuzioni, sempre pi¨ user friendly e pronte per il desktop. E' una guerra, pi¨ o meno dichiarata, i cui i nemici spesso mostrano una faccia sorridente e colpiscono su campi e livelli che non hanno nulla a che vedere con l'innovazione e l'eccellenza tecnica.

Privacy Policy