Configurazione SMARTD

SMART l'acronimo di Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology ed indica una tecnologia implementata su hard disk EIDE e SCSI capace di raccogliere informazioni sulle condizioni dell'hard disk.

Implementare questo tipo di tecnologia su un server, per esempio, risulta molto comodo in quanto permette all'amministratore di sistema di potere intervenire tempestivamente in caso di failure dell'hard disk.
E' sufficiente editare il file /etc/smartd.conf in modo tale che in caso di variazione invii una mail all'amministratore di sistema:
/dev/hda -d ata -H -m [email protected]
Dove:
/dev/hda --> l'hard disk da monitorare
-d --> tipo di tecnologia: EIDA/ATA o SCSI
-H --> stato di salute dell'hard disk
-m [email protected] --> invia una mail all'amministratore

Privacy Policy